Lettera di notifica Caritas Jinde non accetta più donazioni di materiale medico

Dec.04.2021

Qualche tempo fa, al fine di aiutare i fratelli, le sorelle e gli amici dei Paesi esteri a combattere l’epidemia, alcune diocesi, comunità, Istituzioni e individui hanno acquistato generosamente materiale di protezione medica, in modo che la Carista Jinde possa aiutare a donare. Noi comprendiamo e apprezziamo pienamente l'amore e l’atteggiamento di dedizione di tutti donatori e facciamo del nostro meglio per aiutare. Tuttavia, al fine di garantire la qualità dei materiali protettivi, secondo le nuove normative dei Dipartimenti Statali competenti, dobbiamo anche adeguare il metodo di donazione.

Il 31 Marzo, il Ministero del Commercio, l’Amministrazione generale delle dogane e l’Amministrazione dei prodotti medicinali Nazionali hanno emesso congiuntamente nuove norme sull'esportazione di materiali di protezione per uso medico. Dal 1° aprile, le Aziende che esportano nuovi reagenti per il rilevamento del Coronavirus, mascherine mediche, indumenti protettivi medici, respiratori e termometri a infrarossi, devono fornire dichiarazioni scritte o elettroniche quando dichiarano alla dogana, promettendo di esportare prodotti che hanno ottenuto il Certificato della registrazione per dispositivi medici, e in conformità allo standard di qualità del Paese (Regione) importatore. 

Il 10 aprile, l’Amministrazione generale delle dogane ha annunciato il n. 53 del 2020: Al fine di rafforzare ulteriormente la supervisione della qualità delle esportazioni di materiali medici, in conformità con la Legge sull’ispezione delle merci importate ed esportate dalla Repubblica popolare cinese e i suoi regolamenti di attuazione, l’Amministrazione generale delle dogane ha deciso di iniziare dalla data di questo annuncio, effettuare l’ispezione dei prodotti di esportazione per i materiali medici sotto il numero di articoli doganali come 6307900010.

Nell’attualità, la diffusione della situazione epidemica nelle diverse Nazioni non è ancora bloccata. Qualche tempo fa, i cristiani cinesi, tra cui sacerdoti e fedeli, e amici di ogni estrazione sociale, hanno portato avanti lo spirito filantropico di Cristo per l’estero (Italia, Spagna, Germania, Belgio, Stati Uniti, Bangladesh - con la collaborazione della Caritas Germania, Filippine, Pakistan, Afghanistan, ecc) e hanno donato materiali protettivi. I quali che sono spediti nella fase iniziale sono già stati utilizzati nella prima linea di combattere l’epidemia, ma a causa dell’impatto delle nuove normative dopo il 1°Aprile, si sono verificati alcuni arresti: attualmente Jinde Charity sta comunicando attivamente con la fabbrica, i fornitori e i Dipartimenti competenti per integrare le procedure pertinenti.

Alla luce delle serie normative per l’esportazione di materiali protettivi, al fine di evitare la situazione in cui materiali non qualificati non possano essere nuovamente esportati, d’oggi in linea di principio Jinde Charity non accetterà più donazioni di materiale da individui, comunità e Istituzioni. Se si desidera sostenere il combattimento dell’epidemia per i Paesi esteri, si consiglia di contribuire denaro e poi vanno a comprare i materiali qualificanti dalle persone competenti di Caritas Jinde. Per ulteriori informazioni sulle donazioni si prega di chiamare 17703212044.

Bank information of Jinde Charities Foundation for Foreign Currency Transfer